Buon compleanno Dieta Mediterranea!

Esattamente dieci anni fa, l’Unesco dichiarò la dieta mediterranea patrimonio culturale immateriale dell'umanità, in quanto stile di vita sostenibile basato su tradizioni alimentari e su valori culturali secolari. 

Il suo decennale non poteva cadere in un anno più azzeccato di questo, in cui, la cucina è diventata per la maggior parte delle persone un passatempo per mantenere l’umore alto in famiglia, combattendo la noia a suon di mestoli e mattarelli, e l’espediente per coccolarsi attraverso i piaceri della tavola. 

Durante il 2020, infatti, la maggiore disponibilità di tempo ha impattato significativamente sulle abitudini alimentari: è calato l'interesse per i prodotti già pronti, aumentata l’attenzione nella prevenzione degli sprechi e la dieta mediterranea ha guadagnato sempre più successo. *

Questo modello nutrizionale, classificato il migliore al mondo**, è nato dagli studi svolti negli anni ’60 dal fisiologo statunitense Ancel Keys (famoso anche per aver inventato la Razione K). Lo scienziato fu il primo a stabilire un legame tra le abitudini alimentari tradizionali dei Paesi che si affacciano sul Mar Mediterraneo e il basso tasso di disturbi cardiovascolari e di altre malattie croniche nella popolazione, grazie ad uno studio comparativo dei regimi alimentari di 12.000 soggetti, di età compresa tra 40 e 59 anni, in sette paesi di tre continenti (Finlandia, Giappone, Grecia, Italia, Olanda, Stati Uniti e Jugoslavia). 

Sebbene gli alimenti che caratterizzano questa dieta siano principalmente cereali, frutta e verdura, proteine animali e vegetali, e l’olio d'oliva come condimento, questo regime alimentare non esclude assolutamente l’assunzione degli altri alimenti. Il termine "dieta", infatti, non implica un’azione di "rinuncia", ma richiama l’importanza di nutrire il corpo con i cibi giusti, prestando attenzione a tutto il processo, dal campo alla tavola. 

Mangiar sano, senza rinunciare ai piaceri del cibo e divertendosi a sperimentare in cucina, non è solo importante per la salute del corpo, ma anche fondamentale per la salvaguardia delle risorse del pianeta. Date quindi libero sfogo ai vostri gusti in cucina, senza dimenticare mai che è nelle ricette tradizionali di casa che si nascondono le basi per l’innovazione.

* un'indagine dell’Osservatorio Waste Watcher (Last Minute Market / Swg)
** sulla base del best diets ranking elaborato da U.S. News & World’s Report’s, Media Statunitense noto a livello globale per la redazione di classifiche e consigli per i consumatori.

Le Dieta Mediterranea nei ricettari delle Cesarine

Scopri e impara attraverso i corsi online come seguire un regime alimentare sano senza rinunciare ai piaceri della tavola