La Giornata Internazionale della Montagna

L'11 dicembre ricorre la Giornata internazionale della montagna, istituita dalle Nazioni Unite con l'obiettivo di aumentare la consapevolezza dell'importanza di questi territori per la salute del pianeta e per il benessere delle persone e di mettere in evidenza la varietà e la ricchezza delle culture di montagna.

Le popolazioni di montagna, infatti, possiedono tradizioni e pratiche culturali uniche e preziose.. ovviamente anche per quel che riguarda la cucina! 

Le montagne contribuiscono alla sicurezza alimentare e nutrizionale fornendo terra per colture, pascolo per bestiame, corsi d’acqua per la pesca e prodotti forestali non legnosi come bacche, funghi e miele, e svolgendo un ruolo chiave nel garantire la sicurezza alimentare delle famiglie e delle comunità locali. Pensiamo all’agricoltura di montagna, che è stata per secoli un modello di sviluppo sostenibile ed è intrinsecamente ‘green’ grazie ad una produzione su piccola scala, la quale permette un’impronta ambientale a basse emissioni di carbonio. E’ curioso sapere che delle 20 specie vegetali che forniscono l’80% del cibo mondiale, 6 di queste sono nate proprio in montagna: mais, patate, orzo, sorgo, quinoa, pomodori e mele. Senza questi prodotti non esisterebbero gli spatzel, i canederli, la zuppa d’orzo e soprattutto lo strudel.

In quanto Comunità Slow Food, Cesarine crede tantissimo nell’importanza di adottare pratiche culinarie “buone, pulite e giuste” come recita il manifesto a cui abbiamo, con tanto onore, aderito.

Segui un corso di cucina online delle Cesarine

Potrai imparare ricette stagionali, sostenibili e davvero deliziose!